La causa principale del cancro fu scoperta nel 1931. Ma nessuno vi ha mai detto qual è

160

causa primaria cancro

 Una notizia che ha dell’incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni fa (1923) da uno scienziato premio Nobel per la medicina, nel 1931.

E da allora nulla è stato fatto in base a tale conseguimento, se non continuare a raccogliere in tutto il mondo soldi per la ricerca, attraverso associazioni come, ad esempio l’italiana, AIRC.

Quando la causa primaria del cancro era già conosciuta.

Pochissime persone in tutto il mondo lo sanno, perché questo fatto è nascosto dall’industria farmaceutica e alimentare.

Nel 1931, lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Noanimaltesting Nobel per la scoperta sulla causa primaria del cancro.

Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e di uno stile di vita anti-fisiologico.

Perché? Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l’inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido (nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule).

L’acidosi cellulare causa l’espulsione dell’ossigeno. La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido.

Egli ha detto: “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia: Se una persona ha uno, ha anche l’altro”.

Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema. Se manca l’ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo.

Egli ha anche detto: “Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno”.

Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.

Egli ha dichiarato: “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore è possibile convertirla in un cancro”.

“Tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza di esso”. (Una regola senza eccezioni).

“I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini.”

Nella sua opera “Il metabolismo dei tumori”, Otto ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue (acido) e ipossia (mancanza di ossigeno).

Ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno.

Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio e in un ambiente privo di ossigeno.

Pertanto, il cancro non è altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno.

IN SINTESI:
Le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento. Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno.

IMPORTANTE: Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità nel corpo. In altre parole … tutto dipende unicamente da ciò che si mangia. Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata PH, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un pH neutro. È importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule..per funzionare correttamente dovrebbe essere di un ph leggermente alcalino (poco di sopra al 7). In una persona sana, il pH del sangue è compreso tra 7.4 e 7.45. Se il pH del sangue di una persona è inferiore 7, va in coma.

GLI ALIMENTI CHE ACIDIFICANO IL CORPO: * Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (È il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas). Il suo pH è di 2,1 (molto acido) * Carne. (Tutti i tipi) * Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc) * Il sale raffinato. * Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc) * Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti) * Margarina. * Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato) * Alcool. * Tabacco. (Sigarette) * Antibiotici e medicina in generale. * Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidita’ dei cibi”) * Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, ecc. Il sangue si ‘autoregola’ costantemente per non cadere in acidosi metabolica, garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare. Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbano il corpo. Dobbiamo tener conto che con il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno, 365 giorni l’anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici.

GLI ALIMENTI ALCALINIZZANTI: * Tutte le verdure crude. (Alcune sono acide al gusto, ma all’interno del corpo avviene una reazione è alcalinizzante.”. Altre sono un po acide, tuttavia, forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio). Le verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no. * I Frutti, stessa cosa. Ad esempio, il limone ha un pH di circa 2,2, tuttavia, all’interno del corpo ha un effetto altamente alcalino. (Probabilmente il più potente di tutti – non fatevi ingannare dal sapore acidulo) * I frutti producono abbastanza ossigeno. * Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini. * I cereali integrali: l’unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno. Tutti i cereali devono essere consumati cotti. *Il miele è altamente alcalinizzante. * La clorofilla: le piante sono fortemente alcaline. (In particolare aloe vera, noto anche come aloe) * L’acqua è importante per la produzione di ossigeno. “La disidratazione cronica è la tensione principale del corpo e la radice della maggior parte tutte le malattie degenerative.” Lo afferma il Dott. Feydoon Batmanghelidj. * L’esercizio ossigena tutto il corpo. “Uno stile di vita sedentario usura il corpo.” L’ideale è avere una alimentazione di circa il 60% alcalina piuttosto che acida, e, naturalmente, evitare i prodotti maggiormente acidi, come le bibite, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti. Non abusare del sale o evitarlo il più possibile. Per coloro che sono malati, l’ideale è che l’alimentazione sia di circa 80% alcalina, eliminando tutti i prodotti più nocivi. Se si ha il cancro il consiglio è quello di alcalinizzare il più possibile.” Il Dr. George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente: “Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo.” Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile, per il cancro, comparire in una persona che libera il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenta il consumo di acqua pura e che eviti i cibi che producono acido. In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro.

Mencken ha scritto: “La lotta della vita è contro la ritenzione di acido”. “Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l’accumulo di acidi”.

Il Dr. Theodore A. Baroody ha scritto, nel suo libro “Alcalinizzare o morire” (alcaline o Die):
” In realtà, non importa i nomi delle innumerevoli malattie, ciò che conta è che essi provengono tutti dalla stessa causa principale: molte scorie acide nel corpo”

Dr. Robert O. Young ha detto:
“L’eccesso di acidificazione nell’organismo è la causa di tutte le malattie degenerative. Se succede una perturbazione dell’equilibrio e un corpo inizia a produrre e immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare, allora le malattie si manifestano.”

E LA CHEMIOTERAPIA?
La chemioterapia acidifica il corpo a tal punto, che ricorre alle riserve alcaline dell’organismo, per neutralizzare l’acidità, sacrificando basi minerali (calcio, magnesio e potassio) depositati nelle ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli.

Per questo motivo osserviamo tali alterazioni nelle persone che ricevono questo trattamento e, tra le altre cose, la caduta dei capelli. Per il corpo non vuol dire nulla stare senza capelli, ma un pH acido significherebbe la morte.

Niente di tutto questo è descritto o raccontato perché, per tutte le indicazioni, l’industria del cancro (leggi: industria farmaceutica) e la chemioterapia sono alcune delle attività più remunerative che esistano..Si parla di un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono che questo sia pubblicato.

Tutto indica che l’industria farmaceutica e l’industria alimentare sono un’unica entità e che ci sia una cospirazione in cui si aiuta l’altro al profitto.

Più le persone sono malate, più sale il profitto dell’industria farmaceutica. E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura, tanto quanto ne produce l’industria alimentare.

Quanti di noi hanno sentito la notizia di qualcuno che ha il cancro e qualcuno dire: “… Poteva capitare a chiunque …”

No, non poteva!

“Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo”.
(Ippocrate, il padre della medicina)

FONTI: http://www.ecplanet.com/node/3619

http://www.pmbeautyline.wordpress.com/

http://jedasupport.altervista.org/blog/attualita/sanita/salute-sanita/causa-principale-cancro-chemio-terapia/?doing_wp_cron=1407623986.4638381004333496093750

499757 Visualizzazioni Totali 128 Visualizzazioni Oggi
Share.

About Author

160 commenti

  1. Nonostante io concordi che la causa primaria del cancro è un ambiente acido, non è vero che vinse il Premio Nobel per questa scoperta (fonte Wikipedia); semplicemente presentò una tesi ad una riunione di Premi Nobel (lui non l’ha mai vinto, erano altri Premi Nobel che si erano riuniti). In seguito abbandonò la sua tesi per riformulare un’altra, quella attuale che vede un mutamento del dna delle cellule. Anche se secondo me questo mutamento ha come causa l’ambiente acido. Insomma, che era partito bene ma poi fu deviato…

    • Wikipedia: Fu direttore (dal 1931 al 1953) del Kaiser Wilhelm Institute (ora Max Planck Institute) per la fisiologia cellulare a Berlino. Studiò a fondo il metabolismo dei tumori, in particolar modo le caratteristiche della loro respirazione cellulare. Per le sue scoperte sulla natura e sul meccanismo di azione del cosiddetto enzima giallo (di Warburg), vinse nel 1931 il Premio Nobel per la medicina. Pubblicò gran parte dei risultati dei suoi lavori nei testi Il metabolismo dei tumori e Nuovi metodi di fisiologia cellulare.

  2. attendiblile uno studio di 80 anni fa eh? poi scusa ma “GLI ALIMENTI CHE ACIDIFICANO IL CORPO
    * Antibiotici e medicina in generale.” quindi farmaci come il maalox che sono altamente alcalini per neutralizzare i reflussi acidi sono anch’essi acidi? sicuramente lo studio di warburg è interessante ma è stato a seguito stuprato da tutta una serie di cose che hai scritto te che danno a questo articolo la stessa rilevanza ed accuratezza scientifica come quella giornalistica del tg4. vergogna.

    • Questo sito è peggiore del TG4, e invece di pseudodocumentarti su siti che riportano articoli del menga faresti meglio a studiare su LIBRI di chimica organica, fisiologia, biologia molecolare, così ti renderesti conto (forse) delle bischerate riportate. Prima c’era alta cultura per pochi, ora c’è non-cultura per tutti, pare…

    • paola Longo on

      Quando esce la verità , fa male, sopratutto al portafoglio di tante persone, che cercano di deturpare quello che la scienza giustamente afferma, con il timore di venire privati dei cash, che derivano spesso dall’ ignoranza ( sana ,nel senso di ignorare la verità) della maggior parte delle persone ! Avanti tutta !!!!!

  3. Quindi i bambini che sviluppano un tumore nei primi due anni di vita sicuramente per ridursi così mangiano 10 kili di zucchero al giorno.. e basterebbe essere erbivori per essere praticamente immortali… ma un attimo! Anche gli erbivori sviluppano i tumori! Oh cazzo forse qualcosa non torna!

    • Bebo, lo sai che ci sono bambini che nascono già col diabete per colpa della cattiva nutrizione dei genitori, specialmente le madri? E non è solo lo zucchero ad acidificare il corpo, ma una miriade di alimenti che abbiamo tutti i giorni sotto il naso, nelle pubblicità, nei bar ecc… L’immortalità non esiste quindi evitiamo paragoni inutili!! Certo, anche i vegetariani, vegani, erbivori, fruttariani ecc si ammalano. Ma se guardi le statistiche gli onnivori si ammalano moooolto di più e sempre di malattie gravi. E resto sempre della mia opinione: per giudicare qualcosa bisogna provarla!! Ah già, adesso arriverà la solita gente a dirmi che l’amico del cugino di un loro zio si è ammalato grazie alla dieta vegana…. Vi aspetto!!

    • No * non gli “viene” il tumore a 2 anni, perchè si ingozza di kili di zucchero * si porta il tumore dalla sua precedente vita con morte prematura *

  4. È bello che voi moralisti da scrivania abbiate notato solo la parte sulla nutrizione e non quella dell’attività fisica. .. scrivete dai vostri cupi e inutili uffici se èmeglio la carnina o le verdurine… uscite, correte e godetevi il vostro corpo finché potete, la salute sarà la conseguenza

    • Moralista? Non direi proprio!! Da scrivania? Tanto meno!! Lavoro nei cantieri da anni, ho praticato arti marziali e ora faccio altro. Sono stato consulente del benessere dove capii l’importanza della nutrizione e da allora continuo a studiarla. Sto benissimo e il mio corpo me lo godo eccome!!

      • Figa c’hai la risposta pronta a tutto eh? Forse, lo spero per te, un giorno ti renderai conto delle stronzate che scrivi. E poi è inutile linkare roba del tuo sito, se spari stronzate nei commenti lo fai anche negli articoli… quindi di sicuro non convinci nessuno con le tue TEORIE. Qui servono fonti attendibili, wikipedia e la tua fantasia di certo non lo sono. E poi ‘ l’hai detto tu stesso che lavori in fabbrica, quindi penso sia uno degli ultimi che possa parlare di questi argomenti.

        • Linko roba dal mio sito perchè mi viene più facile che cercare l’articolo originale. Gli articoli non li scrivo io se non lo hai notato…. E non sono mie teorie. In questo articolo vedi wikipedia come fonte? Io no e non seguo affatto wikipedia. Non lavoro affatto in fabbrica ma nei cantieri, se cercavi un piccolo momento di gloria scrivendo questo commento, potevi almeno leggere il tutto con più attenzione!!

  5. … Quel davanti il verbo essere non si accenta. Quindi va scritto “qual è” e non “qual’è”, e allora mi cjiedo: come fa un analfabeta a fare il giornalista con la possibilita, da parte sua, a scrivere cazzate? Mah, forza di questo Paese e dei suoi pennivendoli!

    • Certo, un semplice errore ortografico vorrà sicuramente dire che chi ha scritto l’articolo è un analfabeta, come no!!! Sempre pronti a criticare cose inutile, ma argomentare vi risulta difficile, vero sapientoni?

    • hahahahahah quante cazzate!!!! (ps: a proposito di Vaccaro e di quello che c’è nell’articolo, hai mai provato a curare una di quelle malattie col diguno?? Scommetto di no, facile parlare a cazzo!!!) Ps: il sito che mi hai linkato è pieno di stronzate!!! Chi è il debunker che lo tiene in piedi?

      • A fine articolo c’è scritto:
        Si ringraziano Salvo Di Grazia, medico chirurgo, e Giuliano Parpaglioni, biologo, per il supporto tecnico.
        Tu cosa hai studiato?

      • Ma ha detto la pura e semplice verità. L’articolo che hai copia incollato gira da anni, ed è una colossale bufala. Warburg non ha mai vinto il Nobel per la ‘scoperta della causa primaria del cancro’. Fece solo un’ipotesi che poi abbandono’ in favore della teoria tutt’ora accettata. Del resto, è ampiamente provato che non è l’ambiente acido a far sviluppare il cancro, ma è il cancro stesso ad acidificare i tessuti colpiti. Cosa poi che non vale con tutti i tipi di cancro, visto che alcuni non alterano affatto il Ph della zona colpita. Ti invito poi a rimuovere il titolo di ‘Dottore’ di quando parli di Young… Non è un dottore, la sua laurea è falsa, comprata in una falsa università online.

    • Scusatemi tutti , eccetto chi ci mette la faccia, come mai tutti questi nomi non hanno un volto ? e poi
      sarà anche di 70 anni fa, ma ho già riscontrato cose che faccio già da anni : non uso nessun tipo di zucchero ( da 32 anni ) , semmai ho miele sempre a casa ed è MATEMATICAMENTE una giusta lezione per tutti ! se poi volete continuare a mangiare fiesta o cazzate del genere son cazzperi vs :
      OGNUNO E’ LIBERO DI FARE CIO’ CHE VUOLE DELLA PROPRIA VITA ED OGNUNO HA CIO’ CHE MERITA …. Grazie Mora … Videhanand David Zimmerman di Roma *

    • Non sono un medico ma.. ho un cervello. E non lo uso per screditare chi non ha una laurea in medicina e magari ha passato anni a studiare determinati argomenti e ha la “presunzione” di voler dire la sua. L’ultimo medico che ho incontrato mi ha chiesto come si scrivesse il nome del mio paese, nonostante sia a 12km di distanza. E l’ha scritto nella casella cittadinanza. Vuol dire tutto e niente. Almeno il Mora argomenta e non inizia dando del coglione a caso. Non si vanta di aver studiato 1300 pagine di un libro che magari non serviva leggere accuratamente in quel momento, per sentirsi figo nel leggere righe che neanche capiva, per prendere un voto decisamente scarso (non so se ti importi della media della tua laurea, ma 22 non l’avrei mai accettato se avessi veramente passato molte ore su un esame). Basterebbe avere meno arroganza e capire che il corpo umano è un sistema complesso, ed è ovvio che per comprenderne i funzionamenti dobbiamo modellizzare. La statistica ci fornisce risposte che vanno bene per la maggior parte degli individui. Poi ovvio ti puoi svegliare con una malattia rarissima e prenderla nel culo nonostante anni di stile di vita perfetto. O puoi nascere di fianco a una fabbrica di amianto e mi sembra più che evidente che per quanto tu ti possa nutrire bene, assumerai per inalazione scorie che non se ne andranno mai dal tuo corpo. E sia chiaro, non è che se studi AUTOMATICAMENTE capisci le cose. L’esame serve proprio a quello, a verificare la tua conoscenza. Se non hai neanche preso un voto decente, come ti permetti di dare del coglione e dire che non han capito un cazzo a persone che neanche conosci? Secondo me dovevi fare il dottore.. (e ne avrei ben tante di citazioni su dottori ciarlatani che si sono laureati con il minimo dei voti ma che sono Dottori.. e che magari consigliano di assumere un integratore alimentare pieno di zucchero a mio nonno diabetico rischiando di uccidermelo se non l’avessi visto in tempo e non gli avessi somministrato subito dell’insulina.. ma non sono un dottore, io non avrei neanche dovuto pensarci e lasciarlo morire soffocato, giusto?)

  6. Tutto quello che si mangia passa attraverso lo stomaco, che ha un pH acidissimo (tra 1 e 2, http://it.wikipedia.org/wiki/Succo_gastrico). Questo pH e’ naturalissimo e serve per il funzionamento degli enzimi che scompongono i cibi.
    Quindi mangiare cibi che sono leggermenti acidi o leggermente basici non ha nessun potere sul pH generale del corpo. Il corpo gestisce il pH in tutti i suoi scompartimenti senza farsi troppo impressionare.

    Le cellule tumorali hanno pH leggermente acido e contengono meno ossigeno, ma la ragione per questo e’ che le cellule tumorali hanno tutti i ritmi di crescita accelerati. Ritmi accelerati vuol dire consumo di ossigeno e acidificazione. Questi quindi sono sicuramente l’effetto, non so se possano essere la causa del tumore.

    insomma io non sono un medico e non mi permetto di pontificare sull’origine dei tumori, ma tutto sommato sta cosa mi pare na cazzata dei macrobiotici che non gli piacciono i pomodori.

    • già che citi wikipedia come fonte…. l’essere umano si dovrebbe nutrire all’ 80% alcalino o basico e 20% acido. E dire che “mangiare cibi che sono leggermenti acidi o leggermente basici non ha nessun potere sul pH generale del corpo” è una gran cavolata!!

  7. Vorrei sapere qual è la tua dieta.. partendo dal presupposto che a quanto pare tutti i cibi cotti fanno male, mangi tutto a crudo? Non mangi nessun tipo di pasta?

    • Ti riferisci a me? Io sto diventando vegano. Crudista non lo so, ma credo che mi avvicinerò molto. Per quanto riguarda la cottura dipende… Ad esempio la cottura a vapore conserva almeno il 60% dei nutrienti dei cibi.

  8. Mi rivolgo ai detrattori della dieta”alcalina” che hanno sproloquiato e aggredito le persone che propugnavano un ph del nostro organismo meno acido per poter prevenire e/o guarire un tumore. Gli alimenti consigliati per poter variare in meglio il nostro corpo mi sembra di intendere da perfetto “ignorante”in materia ma da persona estremamente curiosa per cercare di accrescere il mio sapere non possano che giovare al nostro organismo e forse aiutare a preservarci da quelle che sono le malattie dell’ultimo secolo che contano un numero di vittime ben più alto di quello dato dalla morte per tumore. Quindi perchè non provarci senza dover per forza aggredire delle persone che presumo in perfetta buona fede cercano di diffondere delle notizie che proprio male non fanno!!!!!! Fatevi una corsetta, una bella sudata e le endorfine riempiranno lo spazio dedicato a dover per forza e sempre aggredire qualcuno che la pensa in maniera diversa da voi.

  9. Questo articolo contienene tre STUPIDAGGINI:

    1. “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore è possibile convertirla in un cancro”.
    Primo cosa si intende per “del suo ossigeno”, la cellula non ha mica riserve di ossigeno, al max si pò intendere privandola del 35% dell’ossigeno necessario per vivere e in quel caso la cellula va in sofferenza e muore ma non diveenta cancro. Poi per sviluppare un tumore ci vogliono anni e varie mutazioni genetiche , di certo non bastano 48 ore e non pernso proprio che warburg abbia sviluppto un tumore in coltura in questo modo.

    2.“Tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza di esso”.
    Altra cosa assolutamente sbagliata, esistono addirittra terapie basate sul togliere ossigeno ai tumori per farli morire. La verità è che i tumori aumentano la glicolisi e riducono il ciclo di krebs con una percentule mggiore di energia che deriva d metabolismi anaerobi ma di certo non vivono senza ossigeno.

    3. Non ho capito come l’acidificazione intracellulare potrebbe far uscire l’ossigeno dalle cellule? Se qualcuno sa i meccanismi biochimici per favore li scriva

    4.Il ph non varia mangiando, qualsiasi tipo i cibo tu mangi. Esistono tamponi oltre a reni e polmoni che permettono di mantenerlo costante.

        • Quando si insultano rispondono tutti subito, quando gli si danno delle argomentazioni valide a cui non sanno rispondere perchè non hanno studiato ti rispondono “questo non lo so dovrei fare delle ricerche”.
          Vedi di farle prima di scrivere sti articoli le ricerce va! E falle da fonti serie non da siti complottisti come questo!

          • Cos’è hai paura che la gente si accorga che sto sito è pieno di cazzate e non lo legga più nessuno?

          • Bravo ABCD mi pareva strano che i tumori possona nascere solo da più o meno presenze acide nel corpo e nelle cellule! Diciamo che le questioni sono ben altre e nn solo dal cibo che ingurgitiamo! Cmq vedo che Mora si guarda bene dal rispondere alle tue “provocazioni” ben definite e circostanziate! 😉

          • Caro robuteo, come ho già spiegato, per poter rispondere ad abcd devo documentarmi di più. E non perchè non l’ho mai fatto, ma se uno mi parla, ad esempio, del circolo di krebs, è ovvio che devo studiarmelo per rispondere, non come te che ti vanti di essere un insegnante di educazione fisica che tanto la nutrizione a livello cellulare o molecolare non l’hai mai studiata. Avrai studiato su quei libri pieni di credenze popolari. E te di argomentazioni non ne stai portando. Torna pure te sul piedistallo!!

        • Povero Warburg, leggono i suoi lavori 80 anni dopo, e viene frainteso… anzi no, nessuno di voi qui credo abbia letto i suoi lavori, avete letto ciò che questo blog vi ha scritto.
          Warburg dice che il tumore prolifera in ambiente acido e ipossigenato, e su questo sono pienamente d’accordo, esiste infatti il famoso effetto Warburg per cui un tumore compie processi anaerobi per sopravvivere.
          Warburg si ferma qui però, non dice altro. State confondendo causa con effetto, l’acidità e l’ipossigenazione non sono causa di tumore. Seguendo la vostra teoria io dovrei sviuppare tumori su tutti i miei muscoli dopo ripetuti allenamenti di nuoto, dato che lo sforzo fisico rende i muscoli pieni di acido lattico e scarsamente ossigenati. Oppure il mio stomaco dovrebbe essere pieno di masse visto che ha pH 2.
          Non confondete causa ed effetto; la tigre della malaysia vive in una foresta tropicale… bene, questo vuol dire che se io creo una serra con il clima e la flora perfetta compare una tigre della malaysia a casa mia.
          Per piacere, prima di credere ciecamente a quello che si dice nei blog, informatevi seriamente, leggete veramente i lavori e i paper dei premi nobel prima di citarli. Internet sarà anche fonte di informazioni, ma è anche pieno di credenze e superstizioni.
          Sicuramente ora la gente mi additerà come un asservito schiavo delle industrie farmaceutiche, che diffonde falsità per il bene di pochi ricchi e per creare il nuovo ordine mondiale… siete liberi di credere quello che volete… (per favore, almeno se dovete offendermi o screditarmi dite che sono un templare o un illuminato, almeno ciò vi conferisce un’aria di complottisti pseudo-acculturati).
          Grazie per l’attenzione.

  10. Un cucchiaio di bicarbonato al giorno e nessun tumore potrà ucciderci…. Cominciate a prenderlo su!!!! Voi per primi mi raccomando! Cosi poi tra 10 anni scriverete un articolo il cui titolo sarà:”L’industria del bicarbonato ha diffuso una notizia falsa!!!!”

  11. Tralasciamo la parte complottistica(!!11!!1!1!!!!!!)
    Questa informazione è parecchio interessante
    http://it.wikipedia.org/wiki/Glicolisi#Aumento_della_glicolisi_nei_tumori
    Si premetta che al primo che arriva dicendo “vedi, aveva ragione, viva mangiare peperoni e limone per curare il cancro e resuscitare gli unicorni” PRIMA DEVE spiegarmi per filo e per segno TUTTA la chimica cellulare che sta dietro all’anaerobismo delle cellule tumorali, cosa che, se non ci sono arrivati ancora i medici, dubito ci riesca un commentatore anonimo, e già che c’è mi spieghi come mai il plutonio, l’amianto, gli UVA, il polonio 210, i fumi di tabacco e diesel, l’epatite, le radiazioi ionizzanti e i raggi X riescano ad abbassare l’alacalinità del corpo nell’uomo, nei bovini, nelle pecore, nei neonati, nelle piante…)

    • Questo ti spiega come l’acidità maggiore che si trova vicino ai tumori sia una CONSEGUENZA della presenza del tumore e non la sua CAUSA
      Cioè il tumore si sviluppa in presenza di un ph normale e poi attivando la glicolisi a palla è lui stesso che producendo lattato crea l’acidità.
      Te lo dice uno che la biochimica cellulare se l’è studita tutta!
      Questo effetto inizialmente warburg non lo conosceva e vedendo che tutti i tumori sono in un ambiente acido ha pensto che questo ne fosse la causa.

  12. ALEXRI, immagino tu sia un tuttologo… o magari sei un medico, plasmato dalle università supportate dalle case farmaceutiche…. Complimenti!!
    LUCCIO, per quanto riguarda i nomi che hai citato, vale la stessa cosa…. Chi li conosce questi? Da chi vengono pagati? ecc… Facile nominare dei dottori così a caso….
    ABCD e MALAGA per risponderti dovrei fare delle ricerche, che farò, l’unica cosa che posso dirti è sul punto 4: prova a mangiare solo cibi acidi, poi me lo dici se non varia il ph!!
    ZEFIRO, leggi quello che ho scritto ad ALEXRI

  13. Perche’ vi accanite con persone che cercano di fare il possibile per diffondere informazioni vere? Perche’ non aprite gli occhi e vedete che la maggior parte degli oncologi sono vegetariani? Perche’ non vi informate leggendo studi certificati ove si spiega che l’incidenza di tumori nelle popolazioni dove non si fa largo uso di proteine animali, e’ considerevolmente piu’ bassa rispetto a quelle in cui se ne fa largo consumo?ma soprattutto perche’ fate i sapienti correggendo gli errori di battitura dell’articolo senza accorgervi che avete inserito nella vostra risposta una parola senza accento? Giudicate la forma senza conoscere la sostanza… Poveri ignoranti

    • La maggior parte degli oncologi sono vegetariani? Tipo? oltre a veronesi chi? Io non ne conosco nessuno.
      Sicuro che nelle nostre diete c’è troppa carne ma di certo non fa male perchè è acida! E l verdura non fa bene perchè è alcalina. E mangiare zero carne di certo non fa bene, vaglielo a chiedere ai bambini in africa che mangiano solo derivati del grano e mai carne e si ritrovano un bella pancia gonfia ascitica, immunodeficenze, edemi, alterazioni della coagulazione ecc.

      • Uno dei problemi della carne è che nello stomaco va in putrefazione. Ancora con sto “non mangiare carne non fa bene”, ok, io di vegani ne conosco a iosa e guarda caso stanno bene. Evitiamo paragoni con bambini che non hanno nemmeno acqua potabile, che vivono a contatto con persone malate, che hanno una nutrizione scarsa, ecc…

        • La carne nello stomaco non va in putrefazione. La putrefazione è un meccanismo generato dai batteri che attaccano gli organismi morti e avviene anche nelle piante, quindi nel caso succederebbe anche alle verdure.
          Poi tutte le alterazioni di cui ho parlato io sono date dalla mancanza di proteine ed a.a. essenziali e non c’entra niente l’acqua potabile e tutto il resto.

        • ah ah ah la carne nello stomaco va in putrefazioneee?? Ah ah ah mada dove salta fuori sta minchiata?? E te lo dice un Docente di ed.Fisica che HA STUDIATO(seppur in modo suerficile) tutto quello di ciò cui tu parli! Ah ah ah adesso capisco tanta cose! 😀 Bavo ABCD

          • docente di educazione fisica, hai studiato biologia? nutrizione, magari a livello molecolare o cellulare? Io no, ma quegli studi me li leggo prima di pubblicare, te cosa sai? come fare una spaccata?

            PUTREFAZIONE E ALTRI SVANTAGGI DELLA CARNE

            Ciò che noi tutti chiamiamo “carne” non è nient’altro che parti anatomiche del corpo di un animale morto sezionato e conservato in celle frigorifere, come un cadavere all’obitorio. La conservazione in ambienti refrigerati a temperature di 0-4 °C e con umidità elevate (80-90%) si rende necessaria per far si che i muscoli induriti dal rigor mortis e immangiabili possano intenerirsi ed essere masticati. Il processo di rigor mortis inizia di regola un paio di minuti dopo l’abbattimento dell’animale nei cui muscoli continua per breve tempo un certo metabolismo anaerobico (senza respirazione e quindi senza ossigeno). Ciò comporta la trasformazione degli zuccheri del sangue in acido lattico che abbassa il pH della carne (acidifica). Successivamente i filamenti proteici contrattili del muscolo (actina e miosina), che normalmente scorrono fra loro e conferiscono elasticità, si legano tra loro stabilmente determinando accorciamento e irrigidimento dei muscoli; questi, quando presentano più tessuto connettivo si induriscono maggiormente e la carne risulta immangiabile.

            FROLLATURA E MARCESCENZA

            La frollatura è l’operazione di stagionatura che consente di rendere la carne più tenera e più gustosa per chi ha i gusti pervertiti. Col passare delle ore, gli enzimi proteolitici cominciano a spezzare i ponti proteici e connettivali e dopo almeno 24-48 ore la carne ritorna morbida. Ci sono carni che richiedono anche 10-15 giorni di frollatura, in un ambiente controllato per evitare che il processo viri verso la putrefazione vera e propria. Ma la frollatura non può essere concepita come un processo totalmente estraneo alla putrefazione, la quale può essere rallentata ma non fermata del tutto. Inoltre il processo di frollatura richiede tempo e costi che le aziende tendono a ridurre adottando, quando possibile, metodi rapidi ottenibili alzando le temperature delle celle frigorifere fino a 18-20° e riducendo i giorni. Queste tecniche richiedono ambienti fortemente umidi per evitare l’essiccazione e allo stesso tempo includono processi di sterilizzazione batterica contro la putrefazione con radiazioni ultraviolette. Per contro carni di maggior qualità sono considerate quelle che hanno subìto una frollatura più lenta di almeno 15-20 o più giorni. Tuttavia la marcescenza non tarda ad arrivare e sin dalle prime ore di esposizione nei banconi possiamo osservare le classiche e striature verdognole che lo testimoniano.

            ALCALOIDI CADAVERICI CHIAMATI PTOMAINE

            Già durante la frollatura i batteri della putrefazione presenti sulla carne sviluppano alcaloidi cadaverici chiamati ptomaine. I più famosi sono scatolo, indolo, cadaverina, putrescina, neurina che si producono maggiormente durante la stagionatura e sono sostanze naturali (alcuni di essi infatti sono presenti anche nei corpi umani e animali vivi) ma con effetti tossici. Queste sostanze hanno ragione di esistere dal momento che nel corpo ogni giorno muoiono e rinascono milioni di cellule. In effetti putrescina e cadaverina sono anche considerate fattori stimolanti la crescita cellulare ma la loro presenza eccessiva determina la crescita delle cellule tumorali. Non abbiamo perciò alcuna necessità di aumentare la quota di questi alcaloidi introducendoli con la carne perché ci bastano quelli che si producono nel nostro corpo a causa del naturale catabolismo. Probabilmente anche per questi aspetti la carne è responsabile del’80% dei tumori al colon, del 70% di quelli alla prostata e del 50% di quelli alla mammella.

            CATABOLITI TOSSICI E SUPERLAVORO PER FEGATO E RENI

            Altri fattori tossici della carne sono dovuti alla presenza di leucomaine, un gruppo di ammine tossiche prodotte dal metabolismo animale. Sono cataboliti (scarti metabolici) che si producono nella carne e non c’entrano con la putrefazione. Parliamo di purine, acido urico, acido ippurico, ammoniaca. La loro tossicità è riconosciuta e può causare gotta, intossicazione, acidificazione dei tessuti e indebolimento del sistema immunitario. Lo smaltimento e la neutralizzazione di questi cataboliti richiede un superlavoro di fegato e reni che sono gli organi deputati alla loro neutralizzazione ed espulsione dal corpo.

            STRESS, PAURA E ADRENALINA

            Un ulteriore aspetto di tossicità delle carni è dato dalla presenza di adrenalina. È un neurotrasmettitore prodotto dal corpo dell’animale in fare di stress. Prima dell’abbattimento l’animale ha piena coscienza di ciò che sta per accadergli, sente l’odore del sangue degli animali macellati precedentemente. Il pericolo è nell’aria e il loro istinto lo fa loro presente in modo forte e chiaro. L’animale si ritrae, si ribella, vorrebbe scappare ma viene trattenuto. L’adrenalina scorre nel sangue prodotta dalle ghiandole surrenali. Un colpo alla fronte oppure un taglio netto alla gola e poi l’animale muore. Il metabolismo si blocca e l’adrenalina non potendo più essere riconvertita rimane nelle carni. Residui di adrenalina possono aggravare i sintomi di soggetti ansiosi, aggressivi, nervosi. Le memorie di paura, di stress, di fuga, di attacco e quindi l’adrenalina stessa sono come un condimento nascosto e il nostro corpo se ne accorge facendoci ammalare psichicamente e fisicamente.Ciò si acutizza anche grazie alla cosiddetta memoria dell’acqua per cui tutta l’acqua contenuta nelle carni (circa il 70%) vibri delle ultime emozioni che l’animale ha vissuto (paura, dolore, sfiancamento) che ci vengono trasferite al momento del suo consumo.

            SVILUPPO ABNORME DELLA CARICA BATTERICA

            Nella carne cruda si ha un notevole sviluppo della carica batterica per neutralizzare la quale sarebbe necessario un ambiente gastrico molto acido, una digestione rapida e un intestino corto per eliminare rapidamente le scorie. L’essere umano predilige mangiar carne cotta dove la carica batterica è notevolmente ridotta ma per il fatto che nel suo stomaco si raggiunge un’acidità molto inferiore a quella degli stomaci dei carnivori o onnivori per via della maggiore lunghezza (dodici metri!) la digestione risulta estremamente più lunga. Ciò non consente un transito veloce degli scarti. Alla fine la carica batterica si moltiplica a dismisura dando luogo a gonfiori, fermentazioni e fenomeni putrefattivi che impegnano oltremodo il sistema immunitario, “distraendolo” da altri compiti.

            ECCESSO DI COLESTEROLO NEL SANGUE

            Le carni come tutti gli altri alimenti di origine animale contengono colesterolo LDL il cui eccesso nel sangue rappresenta uno dei principali fattori di rischio cardio-vascolari. A tal riguardo possono leggersi i numerosi studi svolti negli ultimi decenni che non lasciano alcun dubbio. Ne sanno qualcosa gli australiani che nel periodo subito successivo alla guerra sono stati costretti a ridurre drasticamente il consumo di carne con conseguente brusca flessione statistica dei casi di morte per infarto e ictus. I livelli si rialzarono, ristabilendosi come in precedenza in seguito alla fine della guerra e alla ripresa del vecchio regime alimentare. Ma è solo uno dei tanti esempi.

            MICIDIALI SOSTANZE TOSSICHE COME DIOSSINE E PCB (POLICLOROBIFENILI)

            Senza soffermarci troppo sul benzopirene che è quella sostanza tossica che si forma con la cottura prolungata o ad alte temperature di cui non è certamente solo la carne a contenerne (anche se la grigliata è uno dei principali ricettacoli di essa), certamente sono soltanto i grassi animali contenuti in carne e pesce oltre che nei loro sottoprodotti ad accumulare significative e pericolose quantità di PCB (policlorobifenili) e diossine. I PCB sono composti chimici ora vietati ma largamente utilizzati in passato per la produzione di pesticidi e altri prodotti industriali. Le diossine sono inquinanti ambientali che si formano durante i trattamenti termici dei processi di lavorazione industriale o per trattamento termico dei rifiuti.

            SOSTANZE TIPICHE DELLA ZOOTECNIA

            Entrambe queste sostanze entrano nel corpo principalmente attraverso il cibo contaminato, sono liposolubili dunque sono i grassi degli animali i luoghi dove si accumulano maggiormente e attraverso l’ambiente circostante inquinato e attraverso l’utilizzo di sottoprodotti di attività industriale destinata alla zootecnia. Sia negli animali che nell’essere umano queste sostanze vengono immagazzinate e trattenute dal tessuto adiposo e in caso di maggiore contaminazione possono dare luogo a disturbi della cute (cloracne), del sistema immunitario, del sistema riproduttivo, di diabete e d’apprendimento, oltre a predisporre fortemente le cellule alla trasformazione neoplastica (azione cancerogena).

            ALDEIDE MALONICA DEVASTANTE PER STOMACO E INTESTINO

            Altro problema delle carni è che contengono grassi animali che vanno incontro a processi di ossidazione. Il prof. Robert Shamberger, della Harvard Medical School, chirurgo e oncologo di fama presso l’ospedale di Boston (USA), ha scoperto che le carni, in particolare quelle di manzo e vitello seguite da quelle di pollo, suino e di pesce contengono aldeide malonica, sicuramente cancerogena per stomaco e intestino, tanto più se la carne viene conservata o tenuta in un ambiente caldo o comunque non ben refrigerato. Si spiegherebbe pertanto il frequente cancro intestinale di abituali mangiatori di carne. Una corretta refrigerazione riduce il fenomeno solo di poco. Basta cucinarla perché la carne moltiplichi il tasso di aldeide malonica. La lombata per arrosto, ad esempio, contiene circa 9,4 mg di aldeide malonica per ogni grammo di carne. Una volta arrostita ne arriva a contenere quasi 27 mg per grammo di carne. Una normale fettina da 100g cotta contiene all’incirca 3g (!) di aldeide malonica.

            FORZE COSTRUTTIVE E FORZE DISTRUTTIVE

            Nel nostro organismo ogni giorno nascono e muoiono milioni di cellule. Il programma di vita funziona per il bilanciamento fra due attività opposte e complementari, ciò che potremmo definire come l’azione congiunta delle forze di costruzione e delle forze di distruzione che si controllano a vicenda. Fino a circa i 21 anni sono le forze di costruzione a prevalere, dopodiché l’equilibrio comincia ad invertirsi. Nutrirci con alimenti contenenti cellule già morte o sostanze che vanno in quella direzione accelera il processo di distruzione.

            EFFETTO DI RISONANZA PER LA SIMILITUDINE TRA NOI E LE NOSTRE VITTIME

            Esiste inoltre un meccanismo squisitamente energetico che può influenzare il livello di comando delle forze di distruzione, che è quello noto con il nome di effetto di risonanza. Esso si attiva quando si incontrano due energie che contengono vibrazioni simili. La similitudine esiste tra noi e gli animali perché siamo fatti sia loro che noi esseri umani della stessa sostanza organica, della stessa organizzazione strutturale.

            TRASMISSIONE DI MEMORIE DALL’ANIMALE ALL’ESSERE UMANO

            Un altro meccanismo energetico che va a potenziare l’effetto di risonanza è quello della memoria di morte copiata dalle cellule dell’animale a quelle umane. Ciò avviene sia attraverso gli stimoli che l’acqua contenuta della carne riceve e trattiene (memoria dell’acqua) sia attraverso l’immissione di sostanze biochimiche secrete dagli ormoni dello stress (adrenalina) sia attraverso la trasmissione energetica emotiva (probabilmente anch’essa legata a sostanze biochimiche ancora sconosciute).

            LA SCOPERTA DEI NEURONI A SPECCHIO

            I meccanismi di copia e risonanza sono tanto più supportati anche dalle nuove teorie e studi sui neuroni. Si è infatti arrivati a constatare che quando un soggetto ne osserva un altro mentre compie una certa azione si attivano anche dentro di lui le stesse aree cerebrali motorie, come se l’osservatore stesse facendo quella stessa azione. Ciò ha indotto gli scienziati a definire la capacità dei neuroni di apprendere facendo una copia di ciò che hanno esperito attraverso l’osservazione che può essere molto spesso anche inconsapevole. Tutta la materia sia organica che inorganica è ormai indubbio che si muova energeticamente in questo modo, ossia che viva facendo e trattenendo in qualche misura memoria di ciò che la circonda.

            CARNE, AGGRESSIVITÀ E MEMORIE DI CANNIBALISMO

            Tutti noi abbiamo, negli anfratti più reconditi della nostra mente, anche antiche memorie di cannibalismo. L’essere umano, dall’Australopiteco in poi ha, per circa un milione di anni, praticato il cannibalismo cerebrale. A un certo punto abbiamo cominciato a mangiare il cervello (e poi altre parti del corpo) dei dei nostri simili, o nemici o parenti e amici della stessa tribù di appartenenza. La massiccia presenza di ormoni della crescita presenti nelle ghiandole del cervello delle vittime avrebbe consentito verosimilmente un progressivo incremento della massa cerebrale fino all’attuale 400% a fronte di un misero 5% in più totalizzato fino ad oggi dall’evoluzione naturale dei nostri progenitori che sono le scimmie antropomorfe non antropofaghe (orango, gorilla, scimpanzé, bonobo e gibbone). Il cannibalismo cerebrale praticato così a lungo avrebbe determinato la perdita del pelo, la modifica dei tratti somatici e soprattutto l’aumento dell’intelligenza. La teoria è suffragata dai numerosissimi ritrovamenti di teschi che presentano uno strano foro presumibilmente praticato per succhiare il cervello.

            CERVELLO COME FRUTTO DELL’EDEN?

            Singolare la teoria per la quale il frutto proibito dell’Eden altro non sarebbe che il cervello dei nostri simili. Nelle culture tribali dove ancora oggi si pratica il cannibalismo il cervello è chiamato “il frutto”. Probabilmente l’evidente aggressività umana (o almeno di chi mangia solitamente carne) è dovuta anche all’attivazione di memorie cannibali o carnivore associate a periodi di guerra e predazioni in cui si ammazzava e depredava per avidità, per ignoranza e per una sorta di devianza dell’intelligenza, tutte cose, del resto ancora attualissime.

            PER IL PESCE LE COSE NON SONO AFFATTO MIGLIORI

            Il pesce è carne di mare, fiume o lago. Esso presenta delle caratteristiche sostanziali che lo differenziano dalla carne soprattutto per quanto riguarda la quantità e qualità dei grassi. Mentre la carne contiene grassi prevalentemente saturi, i pesci hanno grassi hanno grassi prevalentemente polinsaturi e fra questi i famosi grassi essenziali omega-3 sia in forma indifferenziata ALA che in forma differenziata EPA e DHA. Ma il vantaggio indubbio di questi grassi su quelli della carne viene meno dal momento che anche il pesce solitamente viene cotto con tutte le conseguenze “saturanti” e ossidanti sui grassi insaturi. Altro vantaggio del pesce sulla carne è che contiene meno tessuto connettivo e quindi risulta molto più digeribile, fatta eccezione per i molluschi con e senza guscio. A differenza della carne il pesce è però maggiormente putrescibile, nel senso che ci mette meno tempo a frollare e ad andare in putrefazione dopo il rigor mortis. Da qui la necessità assoluta di mangiare eventualmente solo pesce fresco e questo nella maggior parte dei casi è il problema più grande (salvo aggiungere additivi di ogni sorta a tal scopo).

            ASPETTI ADDIRITTURA PEGGIORATIVI RISPETTO ALLE CARNI DI TERRA

            Per quanto riguarda quindi gli aspetti relativi a frollatura, ptomaine, leucomaine, adrenalina, carica batterica, colesterolo, i problemi del pesce rimangono analoghi a quelli visti sopra per la carne. Si aggiungano rischi di tifo, paratifo, salmonella, colera, epatite-A e parassiti intestinali sia per pesci che per i “frutti di mare”.

            MERCURIO, CADMIO E PIOMBO IN QUANTITÀ CONCENTRATE

            Se le acque fossero pulite il pesce almeno non presenterebbe inquinanti ambientali, ma così ovviamente non è. I livelli di arsenico, mercurio, cadmio, piombo e altri metalli pesanti altamente tossici contenuti nel pesce sono di gran lunga superiori a quelli che possono accumularsi nelle carni degli animali terrestri. I livelli di PCB e diossine presenti nel pesce sono analoghi a quelli della carne. Si potrebbe pensare però che il pesce non contenga inquinanti delle cure veterinarie, antibiotici, ormoni, tuttavia il 40% del pesce venduto in Italia proviene da allevamenti e contiene grandi quantità di prodotti chimici di questo tipo necessari a far aumentare di peso e non far ammalare gli animali. Il 70% del pesce commercializzato in Italia è di importazione. La vita nei nostri mari sta morendo sia per eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche, sia per l’inquinamento.

            EFFETTO ADRENALINA PURE NEL PRODOTTO ITTICO

            Anche nel pesce ci sono memorie di paura, angoscia e dolore (nonostante quest’ultimo concetto sia tutt’ora molto dibattuto). La fine dei pesci è in realtà molto peggiore di quella della maggior parte degli animali terrestri in quanto la loro morte è lenta per asfissia, per lacerazione delle carni con arpione o con amo da pesca.

            RIGIDITÀ MUSCOLARE, MAL DI SCHIENA E DOLORI ARTICOLARI NEI MANGIATORI DI CARNE

            Molto interessante la constatazione da parte degli addetti al campo del movimento e della rieducazione posturale, dell’allungamento muscolo-tendineo e della mobilità articolare, che molte persone che mangiano molta carne e pesce hanno mediamente una muscolatura più rigida, di conseguenza sono maggiormente soggette a problemi di schiena e di dolori articolari oltre che di respirazione e diaframma.

        • Dott. giovanni coan on

          No questa non te la passo. La putrefazione e’ un processo basico mentre lo stomaco e’ a pH acido.

    • Forse ci accaniamo perché queste notizie non sono vere?

      Se lei provasse a studiare su qualche testo serio scoprirebbe che l’acidità del sangue, e in genere l’acidità o la basicità delle varie parti del corpo, non possono cambiare. Il pH del sangue per esempio viene regolato automaticamente e rimane FISSO e costante. Se cambiasse e continuasse ad avere valori anormali per poche ore, semplicemente moriremmo per alcalosi o acidosi.

      Possono esservi variazioni significative in microambienti, ma stiamo parlando di gruppi di cellule, non dell’intero corpo. E su quelle cose, guarda caso, la ricerca medica sta già lavorando.

      Invece di insultare gli altri accusandoli di “giudicare la forma senza conoscere la sostanza”, pensi che probabilmente la sostanza a cui allude lei è una spettacolare bugia già svergognata da ANNI.

  14. Appena ho iniziato a leggere la lista degli alimenti ho pensato: “ma scommetti che alla fine della pappardella si evincerà che la soluzione é quella di fare una dieta vegana?” Cazzo ho vinto subito!

    • Riguardo al discorso fatto sulle multinazionali sono completamente d’accordo, riguardo al benessere apportato dall’attività fisica pure (mens sana in corpore esano) . riguardo l’alimentazione ho i miei dubbi, siamo onnivori da millenni, possibile che da alcuni anni sembra che il “veganesimo” sia la panacea di tutti i mali? Questo mi spiace, ma non mi trova affatto d’accordo.

  15. Credo che il cibo che mangiamo e quello che beviamo possano influenzare l’equilibrio del nostro organismo, ritengo che sia valido il principio del dottore Premio Nobel.
    Peró non credo che sia l’unico elemento a innescare un processo neoplastico. Ad esempio, l’inquinamento, l’aria pesante che respiriamo nelle città e le sostanze tossiche che ci circondano sono causa di cancro e agiscono dall’esterno.
    Un discorso a parte riguarda il fattore ereditario che non bisogna del tutto escludere, ci sono molti casi in cui la stessa malattia si è sviluppata, su intere famiglie.
    Non si tratta solo di cibo, secondo me.

  16. Vorrei che l’autore di questo articolo provasse a lavorare le fibre di amianto, mangiare vegano e crudista per 20-25 anni e poi riscrivere lo stesso articolo in cui dimostrerà all’umanità intera che il mesotelioma pleurico NON è correlato all’esposizione ambientale alle fibre di asbesto. In questo modo potremo avere un premio NOBEL tutto italiano.

    • La dieta vegana va, ovviamente, accompagnata ad uno stile di vita sano e attivo. Lavorare le fibre di amianto non è salutare.

  17. E’ un vero peccato che una pagina come la sua non possa essere denunciata per disinformazione e che individui come lei non possano essere messi in condizione di non disinformare più a lungo le persone. Lei riporta come valide anche attualmente ricerche che lo erano quasi 100 anni fa, ignorando volutamente (e per chissà quali interessi) tutta l’evoluzione che una serie infinita di branche della medicina ha avuto in questi ultimi 100 anni. Si spaccia per “esperto di nutrizione” senza averne alcun titolo, e cita cose di cui non ha la più pallida idea. Un esempio qualsiasi? “Lo zucchero raffinato (…) Il suo pH è di 2,1”. Vorrebbe dire che il pH dello zucchero è identico a quello dell’acido muriatico diluito a metà con acqua. Anche se personalmente sarei felice di vedere l’effetto, la invito a non tentare di verificare su di sé cosa comporterebbe al suo esofago un bicchiere di acido muriatico:acqua 1:1… Inoltere lei ignora volutamente tutte le cause di cancro che nulla hanno a che vedere con l’alimentazione (es.: tumori maligni su base genetica; sindromi che comportano l’insorgenza di di cancro; melanomi; carcinomi polmonari; sarcomi …e potrei continuare cantando per molto tempo). Si vergogni della disinformazione che fa e se proprio vuole informarsi lo faccia seriamente e affidandosi alla scienza, anziché alle favolette per mentecatti. Prof. Andrea Vania, Pediatra Nutrizionista, Professore di Pediatria e Nutrizione Pediatrica, “Sapienza” Università di Roma.
    PS: a norma della legge sulla stampa la diffido preventivamente dal cancellare questo post, cosa che mi obbligherebbe a rivolgermi alla Polizia Postale.

    • 1. Certo, con tutte le brutte cose che succedono, dev’essere un’immensa soddisfazione denunciarmi. Bravo!!
      2. Interessi non ne ho, ma proprio per niente.
      3. Non ho mai detto di essere esperto di nutrizione, semplicemente da quando sono stato consulente del benessere mi sono appassionato alla nutrizione e quindi mi informo il più possibile.
      4. Non ho mai detto che ci si ammala di cancro solo a causa dell’alimentazione, lo so benissimo che ci sono altri fattori.
      5. Mi informo dove mi pare
      6. Pubblico sempre tutti i commenti, positivi e negativi, e non di certo perchè ho paura di prendere una stupida denuncia.
      7. Continua pure a farti plasmare da università supportate dalle industrie farmaceutiche, magari sei uno di quelli che prende soldi per prescrivere medicine o cose del genere.
      8. Rispondo ai commenti per educazione, io pubblico ciò che mi sembra giusto, l’articolo è lì, chi vuole crederci bene, se no proprio non mi interessa, è un sito di informazioni, non un blog di discussioni.

      • Magari le case farmaceutiche pagassero soldi alle università! Almeno le strutture didattiche sarebbero più aggiornate! Cmq non è che ti devi arrabbiare però sto articolo è proprio una baggianata e non è neanche nuovo l’avevo letto gia anni fa!

      • Un sito di informazione QUESTO?

        E’ la più bella barzelletta che ho sentito da molti mesi a questa parte!!!! LOL

  18. Alberto Lo Ricco on

    Il ph del sangue, e quindi del corpo, è preciso e ha un range molto limitato in cui può variare..se aumenta o diminuisce il corpo lo va subito a livellare. Quindi non ha un dio di senso acidificare o alcalinizzare, perché passati quei valori saremmo morti! L’acidità nello stomaco, e quindi gastrica, è altra cosa!!!!!! PER FAVORE SPEGNETE IL PC, DISTRUGGETELO, TOGLIETEVI LA RETE PER IL BENE DELL’UMANITÀ.

  19. Credo che l’articolo sia pure interessante, anche se non lo condivido appieno. Quello che non comprendo è il perché persone con idee differenti debbano arrivare ad offendersi e sproloquiare. Il confronto è alla base di una crescita culturale civile, offendere è indubbiamente un cancro della società moderna. Soprattutto l’autore dell’articolo dovrebbe essere più cortese nei confronti di chi gli ha dedicato del tempo invece di attaccare tutti quelli che la pensano diversamente. Buona giornata.

    • Dimenticavo, da buon fiorentino non posso esimermi dal mangiare di tanto in tanto una bella “fiorentina”, e la consiglio a tutti, se preparata per bene è una prelibatezza per occhi mente e pure per il corpo! 🙂

      • Non sono io l’autore dell’articolo, l’ho semplicemente riproposto. Hai ragione, offendere e sproloquiare è controproducente, infatti in genere resto calmo e a disposizione di tutti, come puoi vedere dagli altri articoli. Ma prova un po ad avere ogni giorno gente che ti da contro per poi scoprire che solo l’1% effettivamente ha le conoscenze per farlo…

    • Caro Marcomox, il confronto si può fare quando si hanno basi culturali e cornice di riferimento analoghi, anche se non sovrapponibili. Impossibile parlare di nutrigenomica – dico per dire – con chi si aggancia a dati di un secolo fa. Lungi da me l’idea di compararmi a cotanto personaggio, ma giusto per fare un paragone, è come quando Galileo si confrontava con la Chiesa. Dov’è la possibilità di confronto? Un dogma (creo quia absurdum) non potrà mai ammettere il confronto con un ragionamento logico (creo quia plausibile).

  20. Mentore Siesto on

    Questa cosiddetta notizia è stata sbugiardata pesantemente da almeno cinque anni. Mi fa veramente piacere che abbiate avuto il tempismo di ritirarla fuori, condita con la solita stupidaggine su “L’industria alimentare non vuole che lo sappiate”, più lobby, farmaceutiche e complotti.

    Aspetto che tiriate fuori anche l’altra balla sul microonde… Così so chi prendere in giro di fronte a migliaia di utenti su facebook e twitter.

    • La “balla” del microonde è già sul sito se non sbaglio. Le tue competenze quali sono? Quelle di un coglione che passa il tempo a prendere in giro la gente? Complimenti, devi essere una persona estremamente matura!!

  21. Io ho voluto portare questo esempio ma ne avrei potuti fare tante altri come il retinoblastoma (ereditario RB correlato) l’epatocarcinoma (HCV o HBV correato)i tumori pediatrici per invitarTi a ridimensionare questo articolo evitando di creare facili illusioni nella gente. Io eviterei di dire che tutti i tumori sono dovutii all’ eccesso di acido e alla scarsità di ossigeno. Altrimenti basterebbe aggiungere un po’ di HCO3- a ogni pasto e tutti diventeremmo indenni al cancro. Mi limitare a dire che una corretta alimentazione non abbondante e fatta da cibi sani accompagnata da una costante attività fisica POSSONO ridurre l’incidenza del cancro e non solo. Leggere invece stronzate tipo “la causa del cancro fu scoperta nel 1931” è davvero deprimente e trasforma questo articolo da un possibile strumento funzionale di informazione a un’inutile pubblicità sulla dieta vegana

    • Non voglio creare illusioni. L’articolo è li, uno lo legge e poi decide se prenderlo per vero, se informarsi di più, se prenderlo per falso, ecc.

    • Mi permetto di risponderti e sarei contento che se ne possa discutere tranquillamente:
      la probabilità di avere una mutazione genetica è data dalla composizione di 3 fattori: alimentare, ambientale e genetico.
      Il bambino che entro i 2 anni si ammala non è sicuramente a causa dello zucchero raffianato che mangia, bensì molto probabilemte da un problema nella sequenza del DNA. L’alimentazione incide e come. Limitare la carne, zuccheri raffinati ad alto indice glicemico, assumere frutta e verdura in quantità, e forse anche i cibi che “acidificano” il corpo penso che sia una buona regola ma non rende immuni dal cancro….

  22. psicoterapeuta on

    La più recente letteratura scientifica in argomento evidenzia che le cause che predispongono, a specifiche patologie tumorali (senza origine organica certa) hanno una forte componente psicologica. Nello specifico si tratta di emozioni negative intense (ansia, rabbia ed invidia, in particolare), pensieri disfunzionali (“distorsioni cognitive”) e stili di vita errati come meglio spiegato anche alle pagine 66, 124, 146, 147, 175, 197 e 430 del recente “Il manuale pratico del benessere” edizioni Ipertesto con patrocinio club UNESCO. Resta comunque inteso che (sin dai primi decenni degli anni del Novecento, e oggi ulteriormente si conferma) ogni forma tumorale alligna nei tessuti acidi. L’acidosi tissutale è il risultato di un deficit metabolico (in carenza di acido fumario deputato alla detossificazione metabolica) degli acidi assorbiti o formatisi nel corpo e non completamente eliminati come tossine tramite urine (attività renale), intestino, cute e respirazione. E’ determinata dalla alimentazione con pochi componenti ad azione basica (troppe proteine animali e cereali), digiuni e diete, eccessiva assunzione di cloruro di sodio, ma anche da stress eccessivo (anche stress ossidativo per aumento di radicali liberi e carenza di ossigeno) – ossidante (come arrabbiature o superlavoro o affaticamento), emozioni negative, o abuso di farmaci e sostanze psicoattive (caffè, alcol e fumo), bibite gasate, in particolare.

    • La mia cara nonna, 55enne, è deceduta a causa di un tumore gastrico… Purtroppo le è stato diagnosticato ad un grado avanzato e i medici non hanno potuto asportare il carcinoma perché avrebbero potuto ucciderla sotto i ferri… Hanno prescritto la chemioterapia, ma si sapeva che avrebbe potuto non superare il primo ciclo… Ma la nonna era forte, la donna più cocciuta e coraggiosa che io abbia mai conosciuto, e la sua forza di volontà l’ha condotta al termine del secondo ciclo… Ma il male che la logorava dentro ha avuto la meglio, trascinandola nel profondo baratro del dolore, fino a rubarle il respiro. Mi sono chiesta, sin dal primo momento, quale fosse stata la vera causa che me l’ha portata via, pensando che la nonna non aveva mai fumato in vita sua, che non assumeva alcolici, che ha sempre condotto una dieta varia e nutriente… Poi ho cominciato a scavare nel suo passato, per capire se la natura del suo male avesse a che fare con un problema riguardante un’altro aspetto umano: la psiche. La nonna amava studiare, voleva diventare un’insegnante, ma il destino ha scelto per lei di diventare un bracciante agricolo ( lavoro che può richiedere l’esposizione a pesticidi ed altre sostanze il cui compito è quello di mantener sana la pianta, purtroppo anche a discapito della salute umana). Inoltre ha subito diversi aborti spontanei, data la scarsa fertilità. A parer mio, le cause più certe possono essere due: l’esposizione a sostanze nocive e/o il dolore per la perdita dei suoi figli, per non parlare di altre disgrazie che la vita le ha riservato per metterla alla prova. La ricordo spesso affaticata, nervosa, stressata, anche se quando vedeva le sue nipotine, oscurava tutto e ci illuminava di dolci sorrisi, cure ed attenzioni… La verità è che nella vita si deve spesso arrancare con il volto rigato di lacrime per riuscire a non piegarsi davanti agli ostacoli ed ai dispiaceri, che finiscono col logorarci dentro e distruggerci non solo nel castello della nostra anima, ma anche nella carne e nel sangue. Quindi, sembra evidente che io non attribuisca la scomparsa della nonna all’alimentazione da lei seguita. Ovviamente, questa è la testimonianza di un caso isolato e niente di più… Buona giornata:)

  23. Mora ovviamente NN sai che tutti i cibi che tu hai citato nell’articolo se presi nelle giuste dosi sono TUTTI 2sani” e nn pericolosi! Spero tu lo sappia.ltimenti il tuo bel “castello di menzogne” cadrebbe subito!!! Ah ah ah Te lo dice un Docente di ED,Fisica! 😉

  24. Vorrei anche io esporre il mio parere, da studente di infermieristica e persona più o meno interessata: innanzitutto, qualcuno sopra ha detto che a parte veronesi nessun oncologo è vegetariano, non è vero, cercate in particolare il dottor BERRINO, ONCOLOGO, circolano molti video e materiale su internet riguardo a questa persona; il mio medico di base è vegetariano, e da quanto ho capito non per motivi etici, per salute. Io sono vegetariano (quando posso vegano), lo sono da circa 3 anni e la mia salute è ottima. Per quanto riguarda l’articolo, credo che il signore/dottore abbia intuito cose giuste per l’epoca/strumentazione/studi di cui poteva avvalersi, ma ovviamente non è da prendere per oro colato quello che disse. Il cancro può essere causato da moltissime cose, molte non c’entrano ovviamente nulla con l’acidità, ad esempio i raggi x e gamma, che mutano il DNA delle cellule, i raggi UV, un sacco di composti chimici, molti dei quali usati nell’industria alimentare una volta, e molti virus, etc. Tuttavia, dalle mie lezioni all’università mi è stato detto che sarebbe comunque meglio evitare di riprodurre le condizioni in cui le cellule tumorali vanno d’accordo, ossia un ambiente prevalentemente acido. E’ molto vero che il pH dell’organismo rimane invariato nonostante quello che mangiamo, ma se quello che ingeriamo è acido, il corpo dovrà lavorare di più attraverso i sistemi tampone per mantenere il pH stabile, quindi se si preferisce cibi alcalini, l’organismo dovrà lavorare di meno per mantenere stabili le condizioni.
    VI consiglio i video/articoli del professor Berrino. Non a caso nell’alimentazione del pz oncologico è sconsigliata la carne, tutti poi avrete sentito di quelle persone oncologiche che hanno trovato giovamento con una dieta vegana; insomma è palese che il cibo ed il cancro siano in qualche modo legati; inoltre penso che le case farmaceutiche abbiano dei reali interessi economici per cui siano interessate a non far troppo venire a galla questo tipo di idee, e con questo non sto dicendo che i farmaci non aiutino, anzi; ma a qualcuno forse conviene che tutti i pezzi del quadro non vengano riuniti, e molti si mangino quintali di carne, fumino e bevino, per poi morire di infarto-ictus-tumori

  25. Non mi voglio perdere nelle polemiche generando energie negative che portano a malattia…ma ho solo una domanda: chi sostiene queste teorie ha per caso anche UN solo caso di guarigione dal cancro con tale approccio nutrizionale ? E se si….mi fate vedere cartella clinica ed esami con evidenziata la guarigione ? Avete documentazione sul fatto che chi conduce tale regime alimentare si ammala di meno ? E poi sul fatto che queste siano le vere cause dei tumori non avete scoperto nulla…lo sanno tutti che gli eccessi alimentari e la sedentarieta’ di certo non favoriscono la salute…non serve tirare in ballo un complotto che maschera la verita’

  26. Ragazzi, sono un medico. State fuori di testa. Ma non tanto per il discorso acido-base. Ma perchè non si può costruire una cultura scientifica su sitarelli messi su internet, su wikipaedia, su fanatici (vegani e non che siano). Sono sbalordito… siete un virus che diffondete un modo malato di agire. La cosa più divertente è che giustificare e avallare le proprie tesi uno riporti dei siti internet qualunque, ma scherzate? ma che vi dice il cervello? Che consiglio darvi… quanto meno documentatevi su pubmed, cioè alla fonte diretta di tutto ciò che di scientifico esiste.

    • Grazie Elisabetta, riporto il testo tradotto con google:
      I vegetariani, coloro che evitano carne e vegani, evitando inoltre latticini e uova, rappresentano il 5% e il 2%, rispettivamente, della popolazione degli Stati Uniti. Lo scopo di questa revisione è quello di valutare gli effetti di diete vegetariane, in particolare severe diete vegetariane (cioè, vegani) sui risultati di salute e di malattia. Abbiamo riassunto le prove disponibili da tre coorti prospettiche di avventisti in Nord America: Mortalità Adventist Study, Adventist Health Study, e Adventist Health Study-2. Le diete non-vegetariane sono stati confrontati con i modelli alimentari vegetariani (cioè, vegan e lacto-ovo-vegetariano) sui risultati di salute selezionati. Le diete vegetariane conferiscono protezione contro le malattie cardiovascolari, fattori di rischio cardiometabolico, alcuni tipi di cancro e la mortalità totale. Rispetto alle diete latto-ovo-vegetariani, diete vegane sembrano offrire una protezione aggiuntiva per l’obesità, l’ipertensione, il diabete di tipo 2, e la mortalità cardiovascolare. I maschi sperimentano benefici per la salute maggiore rispetto alle femmine. Dati prospettici Limited è disponibile su diete vegetariane e cambiamento di peso corporeo. I grandi studi randomizzati di intervento sugli effetti dei modelli di dieta vegetariana sulle funzioni neurologiche e cognitive, l’obesità, il diabete e altri esiti cardiovascolari sono garantiti per formulare raccomandazioni significative.

      Tratto da PubMed

  27. MARIO GILIONI on

    Senza dubbio lo scienziato in questione ha posto l’accento su una concausa non da poco dello sviluppo tumorale.
    Perché l’alimentazione incide e come signori miei, tuttavia 80 anni fa ancora non era stato scoperto il DNA e le sue possibili degenerazioni.
    Sono queste due le principali cause che concorrono allo sviluppo dilungarmi tumore.

  28. stefano, steve jobs innanzitutto era “pescetariano” ossia mangiava anche il pesce; ma apparte questo, qui mi pare che nessuno stia dicendo che una dieta vegetariana/vegana ti renda superman, immune a qualsiasi malattia, ma che il corpo ne beneficia, anche dal punto di vista di insorgenza di tumori

  29. Si dovrebbe parlare solo conoscendo realmente le cose. Non si può andare indietro di 80 anni, su teorie ingenue basate sul nulla… :-)) Costui non ha mai guarito nessuno da un tumore, mentre la ricerca odierna, fatta con protocolli scientifici avanzati, ha ridotto enormemente i casi letali.

  30. 1. Le cellule tumorali usano ossigeno esattamente come quelle sane, il problema è nella loro riproduzione incontrollata.
    2. TUTTI i cibi sono acidi, con pochissime eccezioni (es latte) e i succhi gastrici lo sono ancor di più, con buona pace delle teorie “acidofile”.
    3. Mi sa che l’acido se l’è calato l’autore di questo post… 😉

    • Non diciamo cavolate… esempio: la carne è alcalina, ma nel nostro corpo diventa acida in quanto non è un alimento adatto all’uomo. Per il limone invece è il contrario, è acido ma nel nostro corpo diventa alcalino….

      • Sofia Gemelli on

        “la carne è alcalina, ma nel nostro corpo diventa acida in quanto non è un alimento adatto all’uomo”…

        Hai ragione.
        L’uomo infatti è originariamente erbivoro, sono le multinazionali e le industrie dei salami, le lobby della pancetta, gli estremisti delle grigliate e il famoso gruppo Hamburger, che si trova ogni anno in una località segreta tra la Svizzera e il Lussemburgo per discutere delle sorti dell’alimentazione, che ci hanno fatto il lavaggio del cervello e convinto che siamo onnivori e mangiamo anche carne.

        Non leggete libri di medicina, biologia o chimica! Sono tutti scritti per disinformarvi, mica per insegnarvi le cause, terapie o cure !
        Leggete invece articoli di blogger, non importa se non hanno la minima competenza in materia, che sapranno trovare ottime fonti non scientifiche, meglio ancora se di altri blogger, o teorie ampiamente superate che però sostengono in qualche modo la loro ipotesi di partenza!

        Fidatevi, non dovete fidarvi!

        PS
        È ormai noto a tutti: abbiamo i canini a causa di mutazioni genetiche dovute alle scie chimiche.

    • Sofia Gemelli on

      Non uno degli articoli ha un fondamento scientifico, sono elucubrazioni che si fondano su affermazioni che se va bene fuoriescono o prendono spunto da qualche ricerca, ma base di dati, numeri, prove vere, scientificamente certificate, ZERO.

      • il primo articolo è stato scritto dal Prof. Marcello Cornei. Immagino come si sia inventato il tutto

        il secondo da Valdo Vaccaro, trovi la sua biografia qui http://www.vegetariani-roma.it/associazione/comitato-tecnico-scientifico.html?view=employee&id=2

        il terzo non ha bisogno di fondamenti scientifici

        il quarto: a stabilire la pericolosità dell’abuso proteico è una ricerca dell’University of Southern California, pubblicata su ‘Cell Metabolism’.

        il quinto: Lo studio, condotto dai ricercatori dell’Icahn school of medicine di Mount Sinai (New York) e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS),

        il sesto è stato scritto da un dottore e nell’articolo trovi vari riferimenti

        il settimo: puoi fare una ricerca tu stessa e vedrai quanti medici lo dicono e lo hanno provato

        l’ottavo: anche in questo puoi trovare vari riferimenti

        il nono è l’unico che non porta prove scientifiche ma testimonianze: Gli articoli, i messaggi nel forum e i consigli degli autori sono più intesi a promuovere le proprie esperienze personali, e senza intenzione di prescrivere o curare nel senso medico del termine. Le risposte, nei forum o via mail a quesiti, proposte o suggerimenti devono essere considerati inseriti in un ottica informativa globale e olistica di salute e non essere assolutamente considerati consigli medici o legali a trattare, diagnosticare, prevenire o curare qualsiasi malattia ma come semplici espressioni di opinioni personali.

        Grazie per aver letto solo i titoli!!

  31. Le vorrei chiedere perché quando sono gli altri a citare dottori e professori allora questi ultimi sono sicuramente pagati dalle lobby farmaceutiche mentre quando si vuole dimostrare che le proprie illazioni (nello specifico l’articolo e la sequenza di siti sui canini) siano scientificamente corrette allora i professori/dottori, addirittura della harvard, sono gente onesta e del tutto attendibili, delle fonti autorevoli.
    O la credibilità di tutti i professori e scienziati e dottori è data certa a priori e fino a prova contraria, oppure non ci si dovrebbe fidare di alcuno perché ogniuno di essi potrebbe essere stato corrotto senza che nessun’altro ne venga a conoscenza.

    • Difatti, per quanto riguarda la dieta vegana/vegetariana ad esempio, la sto provando sulla mia pelle e posso confermare ciò che pubblico a riguardo. Ovviamente non seguo solo il caso mio, ma quello di amici/parenti ecc che fanno la stessa cosa. E, soprattutto, basta seguire il filo logico ed attenersi a vari studi, specialmente quelli di medici/scienziati indipendenti. E la sequenza di siti non è sui canini, solo un articolo ne parla. Quando la finirete di commentare stronzate senza nemmeno leggere articoli e commenti??

  32. purtroppo, trovo sempre triste conferma che a molte persone l’esercizio del libero pensiero non piace; lo detestano e talvolta lo denunciano, perché non sanno praticarlo, servi del potere e schiavi della “cultura” accademica che si spaccia per ufficiale e veritiera. per loro è inspiegabile e inaccettabile che possano essere altri a dire delle cose significative, che una persona normale, come Mora, abbia un’intelligenza così vivace, pur lavorando in cantiere.
    stimo molto le persone come te, Mora, perché dimostri di avere carattere – e si vede che sei vicino alle arti marziali, che prima di tutto insegnano a dominare il proprio ego – tu cerchi di capire con la tua testa come va inteso il mondo. per questo ti decretano colpevole…
    ma senza un esercizio di libero pensiero, proprio di questo tipo, non ci sarebbero state le scienze.
    concordo con te nella sostanza dei tuoi discorsi-commenti, sui contenuti del post che hai coraggiosamente proposto, e per la forma mai saccente che riesci a dare ai tuoi scritti. ti viene continuamente rinfacciato di non essere un esperto… cosa che io prenderei per complimento… e ti viene consigliato di informarti meglio e bla bla bla. questo sentirsi superiori agli altri, credendo che esistano vie di accesso privilegiate alla verità, ci ha condotto ad odiarci tutti quanti. e ha distrutto il mondo.
    una ricerca che non si fondi sul libero pensiero, che non eserciti il libero pensiero, coi suoi inevitabili difetti, che non aspiri ad esso, e soprattutto che non rispetti quello che altri invece decidono di fare e di dire, beh… non ci libererà dal cancro.

    • Grazie Antonio, anch’io la penso così. Purtroppo la gente si è abituata a tutte le comodità, compreso dar per scontato e vero tutto ciò che passa per i media mainstream, troppo faticoso fare delle ricerche personali, andare contro il sistema ed ampliare la propria cultura. Finchè sarà così, non ne usciremo mai da questi indottrinamenti, da queste schiavitù, non sapremo mai cosa vuol dire LIBERTA’ e SALUTE.

  33. …il Risveglio non è stato facile neppure al Buddha. Figuriamoci a chi ingurgita tutti i giorni i salutari e fantastici prodotti della Ferrero… Un saluto.

  34. Ho letto gli articoli citati e tutti i commenti su questo forum. Premetto che sono, purtroppo, malata: ho un carcinoma mammario e sto aspettando di essere operata.
    Durante i quasi due mesi di attesa ho letto e seguito le conferenze su yuotube del dottor Berrino, epidemiologo dell’Istituto dei tumori di Milano. Egli ha fondato il Progetto Diana, seguendo per 10 anni 2000 donne ca. operate di cancro al seno. Le conclusioni al termine del progetto hanno dimostrato come alimentazione (a base di cereali integrali, frutta e verdura, escludendo completam. zuccheri, latticini, insaccati, carni e uova) unita ad attività fisica abbia considerevolmente ridotto le recidive della malattia. Siccome il cancro ce l’ho da due mesi seguo le indicazioni di Berrino e devo dire che fisicamente mi sento bene…per concludere suggerirei commenti e informazioni più “pacate” sia da una parte sia dall’altra.

    • Ciao Cris e grazie per la tua testimonianza. Anch’io seguo il Dott Berrino, oncologo vegetariano, sicuramente uno dei migliori. Hai ragione, a volte perdo anch’io le staffe, ma cerco sempre di tenere un comportamento consono al mio ruolo, mi dispiace se ho dato una cattiva impressione su di me ed il sito.
      Ti auguro di guarire presto.

      • Mora perdonali perkè nn sanno quel ke dicono!! sono vittime del sistema! Nn svegliarli dal loro torpore.. Potrebbero rimanerci male!
        Charlotte Gerson, Caisse, Berrino, la De Petris sono solo dei perditempo..
        Inutile dire ke sono felicemente vegan da 3 anni e che sto benissimo e che il mio bambino vegan di 1 anno cresce benissimo!!
        Aggiungo ke nn è stato vaccinato!! Altro argomento difficile.. Meglio nn svegliare troppo menti..

  35. Per prima cosa, mi inserisco nella discussione – devo dire animata e ricca di spunti – per augurare una pronta guarigione a CRIS e a tutti gli altri (ci stupiremmo a credere quanti ce ne siano tutti intorno) che stanno lottando per difendere la propria vita contro mali, una volta detti incurabili, e che ora, grazie ai risultati di ANNI di ricerche e sacrifici, si possono considerare solo sfide difficili ma non privi di speranza per una cura efficace e, perché no? Anche di una possibile guarigione! Una volta, nel nostro emisfero, si poteva morire anche di infezioni. Adesso, grazie ANCHE alle scoperte scientifiche, possiamo sperare di sopravvivere e, nella maggior parte dei casi, guarire da malattie comuni e non.
    Pertanto, una volta abbassati i toni polemici e gli insulti, più o meno gratuiti, invito chi legge a non condannare, equiparandole ad “industrie del cancro”, tutte quelle Farmaceutiche che scoprono e poi producono, e sî, sicuramente vendono con profitti economici, ma per fortuna esistono e continuano a ricercare rimedi e cure per vincere il “male” del secolo!
    Detto questo: ma BEN VENGANO iniziative per il miglioramento delle condizioni di vita e di salute ed il potenziamento delle cure già esistenti o future. Che sia un limitato consumo di proteine animali, che sia l’aumento di attività fisica, ma aggiungerei anche una buona terapia del sorriso e del buon umore, dello stare bene con se’ stessi e con gli altri…..tutto serve e tutto aiuta al buon “funzionamento” del proprio organismo, indipendentemente dal proprio pH endocellulare!! I malati hanno bisogno di credere alle cure esistenti, senza per questo escludere i vantaggi di scoperte, nuove e antiche!!

    • è vero, non tutte le farmaceutiche (di sicuro non quelle più famose) sono “industrie del cancro”. Un altro dei problemi è questo: quando un istituto di ricerca scopre qualcosa di importante, arriva big pharma, compra i brevetti, gli studi, ecc ed archivia tutto….
      E mi dispiace dirlo…. ma la gente, e non solo nel terzo mondo, si ammala ancora di malattie che avevamo debellato anni e anni fa….
      Se poi vogliamo parlare delle malattie “inventate”, come un ceppo dell’ebola, il governo usa ne ha il brevetto..
      http://www.morasta.it/ebola-perche-ente-governativo-usa-ne-possiede-brevetto/
      Bisogna capire che le cose importanti sono: prevenzione, alimentazione sana ed equilibrata, attività fisica, equilibrio interiore e ci vorrebbe anche meno inquinamento.
      Grazie per il tuo commento

  36. Esimio Mora, ho letto tutto con attenzione e ho letto anche chi invece non è d’accordo ma non entra nei dettagli limitandosi a dare consigli a volo di uccello . Praticamente escludendo dall’alimentazione tutti i ci bi elencati non si sa cosa mangiare oltre a qualche verdura cruda , mandorle e forse noci. L’uomo è un animale frugivoro ed il suo corpo anatomicamente non è fatto per consumare carne, ha per esempio un intestino lungo simile ai vegetariani contrariamente agli animali carnivori che hanno un intestino corto in cui i residui della digestione della carne hanno meno strada da percorrere prima di essere espulsi e quindi stazionano poco senza avere il tempo di creare i danni che invece si provocano nell’organismo con intestino lungo grazie ad una permanenza più lunga. Per questi motivi ritengo valida questa rivelazione. Ma mi chiedo , vista la lista dei cibi da proscrivere cosa ci rimane da mangiare? Benissimo questa lista di proscrizione , ma sarebbe utilissima anche una lista di prescrizione altrimenti come si arriva al tetto da non superare dei 24 grammi di proteine? Oggi le verità vengono gridate dai tetti in diversi campi, ma la mancanza di volontà di informarsi è più forte e non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire vuoi appunto volontà, ignoranza o interessi.

  37. Le proteine da assumere al giorno sono: 1gm di proteine per chilo corporeo. Il nostro corpo ricicla fino al 70% delle proteine, quelle in più le scarta senza problemi se sono proteine vegetali. Quelle animali possono causare danni in ogni caso. Non esiste solo verdura cruda e noci…. Informati meglio, su questo od altri siti. Un onnivoro cosa mangia in più di un vegano? Carne e latticini, sostanzialmente…. E se togli carne e latticini hai idea del numero esagerato di cibi che rimangono?

    • Poveri noi… Io ho drasticamente ridotto latte, latticini e carne, cerco di mangiare pochissimi cereali e zuccheri raffinati, e sono diventata cammino-dipendente (nel senso che se non percorro di buon passo almeno 4-5 km al giorno mi sento “depressa”) perchè desideravo diminuire il colesterolo senza assumere statine. Ci sono riuscita, ma … con tutti i “ma” del mondo!

      • Cristina, hai ridotto e non tolto dalla dieta…. Usi pochi zuccheri raffinati invece che toglierli dalla dieta…. Se sei depressa potrebbe essere che hai una carenza di vitamine B… Diventare vegani/vegetariani non è cosa da poco, non basta eliminare carne e latticina, bisogna informarsi, studiare, saper abbinare gli alimenti, ecc ecc ecc

  38. MA TE CHE PUBBLICHE STE COSE, TE DEVI BUTTA’ AL FIUME!!!!! Santissimo Dio (che ancora però non ti ha fulminato con 20000000 di volt) ma parla dell’effetto Bohr no? Non sapete nulla e parlate senza esclusioni e senza un minimo di competenza e intelligenza! Quello che affermate è un rissunto iodiota e mal fatto tra la regolazione del Ph in ambiete sanguigno e quello renale, o meglio del sitema urinario! L’effetto bohr, ti dice in pratica che se aumenta la Co2 (ad esempio quando la tua frequanza respiratorio scende, ad esempio i profondo rilassamento, oppure semplicemente nella periferia del corpo) l’affinità per l’O2 (ossigeno molecolare) DIMINUISCE! cioè: l’emoglobina rilascia l’o2 che aveva legato nella cellula e quindi nei tessuti… tutto questo ad un ph ACIDO!!! va beh, facciamo così vi metto il link, e wikipedia credo vada bene per capire di che parlo! http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Bohr …ricordate o noi (io quasi in realtà) medici siamo un branco di pazzi, oppure voi vi approfittate delle persone comuni che hanno gravi malattie e che sono fragili! Vergognatevi e vi auguro che con la stessa superficilità venite un giorno curati! Fanculo!

  39. LeOcchiaieDiG on

    Io mi domando come potete pensare di saperne più di chi in mezzo a questi studi ci sta tutti i giorni, solo per aver navigato a lungo su internet, “informandovi”, leggendo di terapie più o meno alternative e assimilando informazioni che per lo più sono pura spazzatura. Come potete pensare – senza neanche avere le basi di una materia come la biologia, non dico la medicina, ma almeno la biologia – di potervi pronunciare su staminali, cancro, malattie autoimmuni con tale supponenza. Senza sapere com’è regolato a livello molecolare un ciclo cellulare, cosa rende una cellula differenziata, qual’è l’equilibrio del sistema immunitario, quali cellule del sistema immunitario stesso sono preposte al controllo dello sviluppo tumorale e quali sostengono le malattie autoimmuni…
    Come potete mettervi in cattedra dietro un nickname sparando accuse contro una classe di persone che ogni giorno lavora per voi, si sforza per voi, sbatte la testa al muro per decine di risultati contrastanti per voi, da sempre, ed uscirvene con un “sì, uno studio di 80 anni fa può essere attendibile”… Ma cosa state dicendo? Come può essere attendibile qualcosa che è talmente vecchia da essere trapassata, qualcosa che è stata presentata quando il nostro DNA non era ancora stato sequenziato, quando l’unico modo per curare il cancro era fare prevenzione e solo prevenzione, mentre oggi grazie agli odiati farmaci per la chemio si guarisce? Quando ogni giorno vengono presentati decine e decine di altri studi molto più raffinati a livello di strumenti, e che come questo non vinceranno il Nobel?
    Cosa vi aspettavate? Sapete davvero cos’è il cancro?
    Lasciate che ve lo dica chi in mezzo a questi studi ci sbatte la testa da 10 anni: il cancro è un processo legato all’invecchiamento dell’organismo che non è più in grado di vigilare adeguatamente sugli errori genetici commessi ogni giorno – ogni santo giorno! – dalla replicazione cellulare. E’ una condizione patologica in un contesto fisiologico, perché ogni vita ha una fine. Negli ultimi decenni inquinamento e stress hanno abbassato la soglia di età a cui l’organismo comincia a difettare questa funzione, ma è un effetto collaterale della nostra concezione occidentale di benessere: vogliamo l’auto, vogliamo il dolce, vogliamo internet e stare col sedere sulla sedia, vogliamo metterci lo smalto alle unghie e respirarlo di conseguenza, vogliamo fare sesso occasionale con più partner perché fa parte della nostra libertà, vogliamo farci una sigaretta perché ci aiuta a stare tranquilli per un attimo… e con tutti i fattori di rischio a cui ci sottoponiamo ogni giorno, mentre il nostro prezioso e unico corpo lavora, quando si presenta la patologia e qualcuno soccombe l’unica accusa che vi viene da lanciare è contro chi si stressa a sua volta per curarvi. Vi appigliate tanto all’alimentazione naturale, al biologico, alle teorie evoluzionistiche che suggeriscono la dieta vegana o crudista anziché quella onnivora ma non vi rendete conto che la prima legge della natura a cui volete opporvi è che tutto ha un inizio ma anche una fine, e che se il cancro è qualcosa che può succedere con tale facilità allora stiamo combattendo contro qualcosa che è strettamente legato alla fine naturale di una vita.
    I ricercatori e i medici fanno il mestiere più inviso alla natura, lo sapevate? Pensateci, e spiegatevi perché è una lotta che tante volte sembra impari.

  40. Io, privo di argomentazioni????? ahahahahahahahahaahahahaahahhaahahahah
    e te che nemmeno leggi?? Se leggeresti i commenti precedenti vedresti che una ragazza ha linkato un articolo da PubMed che ho solamente tradotto con google!! Ci arrivi a questo??
    Io paranoie???? siete voi che a tutti i costi volete commentare stronzate!!! ed immagino tutti i migliaia di veget/vegan in avanti con l’età come stiano male!! Torna all’ovile e non venire qua per sparare cazzate. Grazie!!

    • LeOcchiaieDiG on

      Non l’hai neanche tradotto tu? Hai usato Google Translate, che notoriamente traduce aglio per cipolla? Su un link che ti ha postato un’altra persona, che neanche hai scelto tu?

      ….

      AHAHAHAHAHAHAHAHAH!
      Ok, ora me ne vado, non ha senso perdere tempo qui.

      (Però devo darti atto che sei per la libertà di espressione, almeno pubblichi i miei commenti. Complimenti, ottima strategia.)

Leave A Reply