Cos’è lo stato patrimoniale e perché è utile

Perché richiedere lo stato patrimoniale

L’economia aziendale è una materia molto affascinante appannaggio dei contabili più esperti. Pochissimi imprenditori sono anche capaci di leggere alcuni documenti importanti relativi al bilancio aziendale per fare il punto sullo stato di salute della propria azienda.

Eppure risulta fondamentale sapere qual è l’andamento economico di un’attività. Grazie ad un’analisi approfondita, infatti, si possono evidenziare alcuni errori di gestione e correre ai ripari riducendo le perdite e massimizzando i profitti.

Grazie ad esso è possibile anche capire il rating aziendale, il suo accesso al credito. E’ il modo principale attraverso cui si può evincere come l’azienda viene percepita dall’esterno. Andiamo pertanto a vedere in cosa consiste questo documento.

Cos’è lo stato patrimoniale

Lo stato patrimoniale è uno dei documenti che fanno parte del bilancio aziendale. Gli altri documenti che compongono il bilancio aziendale sono:

  • Il conto economico
  • Il rendiconto finanziario
  • La nota integrativa

Possiamo definire lo stato patrimoniale come la fotografia dell’azienda nel momento in cui questo viene richiesto. Il problema è che una volta tra le mani, non è del tutto scontato riuscire a capire a cosa si riferiscono le voci indicate.

Questo documento presenta infatti due colonne distinte e separate. Quella sulla sinistra indica tutte le cosiddette Attività, mentre quella sulla destra le Passività. Andando a leggere le voci singolarmente potrebbe non essere facile capire perché queste rientrano in una o in un’altra colonna.

Cerchiamo di semplificare le cose. Le Attività includono tutti i beni che l’imprenditore utilizza per mandare avanti l’attività e generare dei profitti. Tra queste voci possono apparire le attrezzature ed i macchinari utilizzati, gli acconti ai fornitori, i crediti nei confronti dei clienti, i depositi cauzionali, e così via.

Le Passività indicano invece da dove vengono e a chi appartengono le risorse che l’azienda utilizza per finanziare le Attività. Il debito verso le banche, eventuali fondi richiesti, gli anticipi ricevuti dai clienti, sono alcune delle voci che rientrano nelle Passività.

Il conto economico e la nota integrativa hanno funzionalità diverse ma complementari. Il conto economico è un documento che evidenzia la situazione economica dell’azienda, assieme ai risultati ottenuti a seguito delle operazioni di gestione aziendale. E’ estremamente utile per isolare i comportamenti positivi e quelli negativi ed intervenire di conseguenza.

La nota integrativa contiene delle informazioni supplementari in grado di spiegare ulteriormente la motivazione che è stata alla base di alcune scelte di gestione.

Questi documenti possono essere ottenuti attraverso una richiesta alla camera di commercio. Ma esiste un metodo ancora più semplice e veloce. Attraverso il sito EasyVisure è possibile visualizzare lo stato patrimoniale, il conto economico e la nota integrativa di una società o di un’azienda, mediante il bilancio aziendale. Dalla medesima piattaforma, sono altresì richiedibili una serie di documenti direttamente estratti dal Registro delle Imprese della Camera di Commercio, tra cui la visura camerale, il fascicolo d’impresa o in genere un qualsiasi atto camerale di proprio interesse.

Author: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *